Domenica a Pavia, Pissarro!

Madre ha il trip degli Impressionisti (abbiamo tutte le tazze con su i quadri più famosi e a momenti mi disereda perché a Londra ho saltato la sala) e potesse si rinchiude in un museo a vederli per una settimana, quindi questa non ce la siamo fatti scappare!

Per prima cosa una menzione al ragazzo gentile della biglietteria, con la coda dietro di noi sarà andato a casa ciocco a furia di ripetere che nel angolo relax avremmo potuto bere un buon caffè offerto da non-mi-ricordo-più-chi.

Seconda menzione all’accoppiata Madre&Me che a figure di merda non è seconda a nessuna! Appena scese al piano delle Scuderie si sente la vocetta soave di Madre che declama “Ma perché non ci mettono una scala di ferro decente e non una provvisoria così? Sembra da cantiere… Tre soldi glieli do io!” e il ragazzo all’ingresso che si ribalta dalle risate…

Veniamo all’esposizione: la mostra è veramente carina, ci sono anche diversi quadri del figlio di Pissarro (tutti più o meno talentuosi) e poi con lo stesso biglietto si può entrare anche in una sezione della Quadreria per continuare la visita con le opere dell’epoca.

Mi sfugge il bisogno dell’italico popolo delle installazioni visuali, insomma, sono utili e interessanti soprattutto per chi va a vedere una mostra di quadri senza sapere una benamata di quello che è esposto

sono stata brava, non ho aggiunto ALLORA CHE CAZZO CI VAI A FARE…

Ooops…

ma perché, mi chiedo, perché te ne stai in mezzo alla sala, piantato come se ti avessero imbullonato i piedi al suolo?
Mettiti in prossimità dello schermo e fammi vedere i quadri, no, che a me non me ne frega di sentire la voce finto istruita fuori campo che mi spiega!

Vabbè ma Madre s’infila ovunque ha quella posa di vecchia signora carina e simpatica che poi ti pianta i gomiti nel fegato e ti pesta i piedi per passar avanti… Lei, io non posso, però guardo da sopra, ah ah ah, nanetti infami, ah ah ah.

Poi c’è anche l’installazione di odori per dare l’ispirazione… O non so, insomma ci sono le ambre magic che ti fanno sentire l’odore di lavanda per i campi, l’odore del mare per l’oceano, quelle cose lì…

Però giurin girello la mostra vale la visita, anche se i 15 euro dell’ingresso sono un po’ carrucci solo per la temporanea.

http://scuderiepavia.com/home/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Un viaggio e un libro

viaggiare in compagnia... Di un buon libro!

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

Veleni e antidoti

Tutto è veleno, nulla esiste senza veleno. Solo la dose lo fa mortale o salvifico

Tegamini

Meglio dei video coi gatti.

Lorerama

Scritti dal presente e su futuri incerti

La settima arte

Guardare le immagini è fonte di piacere perché coloro che le contemplano imparano e ragionano su ogni punto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: