Questa sera imparo l’inglese aka le serie tv (13)

CIG1jZ5VAAA8obbE’ da domenica scorsa che ho il twitter invaso da commenti su sta disgrazia di telefilm…

Lo so, nell’era dei social ormai uno non può perdersi un secondo in un’altra attività che zac! ti ritrovi invaso dagli spoiler, da gente che segue in diretta e non sta zitta un secondo. Ma godetevi lo spettacolo, no?
Cioè, non stiamo certo parlando del Festival di Sanremo, che se non lo commenti a bomba non vale, qua potremo ben stare zitti per quaranta minuti abbondanti …

In ogni caso…
Se avete fatto come me, che prima ho visto la prima serie in tv e poi ho letto tutti i libri (sì, quasi uno dietro l’altro e poi si vede il risultato) la storia fino alla quarta stagione grosso modo la conoscete. E siete ben propensi a criticare la quinta, che come TUTTI sapevano si inizia a discostare dai libri.
Se siete non lettori, probabilmente dei sofismi ve ne frega fino a lì e ciao.

Ma ti è piaciuta, Club, la sesta stagione?

Ma tesoro, forse manco la prima mi è piaciuta anche se ammetto che sapere che i personaggi muoiono come mosche, random, in modi più o meno truculenti, mi rasserena la giornata.
Cioè, chi può restare indifferente alla fine di Joffrey, la merda adolescente dei Sette Regni?
Non per le angherie che il pidocchio ha inflitto a Sansa Stark o a chiunque umano o animale li capitasse a tiro, no, solo perché quella giornata era schifosa e vederlo sbavare agonizzante me l’ha rasserenata.
O vedere Drogo (che qualcuno lo resusciti) stravaccare la pentola della minestra in testa al fratello demente di Danerys per creargli la tanto agognata corona d’oro…
Certo, poi di qualcuno mi spiace, tipo Robb Stark, non perché la genia mi piaccia, solo perché l’attore aveva un bel culo sapeva recitare bene ma tanto l’ho rivisto in Klondine subito dopo…
Dei metalupi mi spiace di più, per dire…
E anche dei draghi, poveretti, chiusi in cantina ad aspettare che la loro mamma si decida a mandarli a scuola o che il fratellone Drogon capisca che le crisi adolescenziali non fanno per lui e torni a casa.
Per dire, io sono in pari coi libri ma manco mi ricordo la storia di Melisandre la zoccola rossa piromane che spiega che l’imbesuito di Stannis dovrebbe essere la reincarnazione di va a sapere chi e che salverà i Setti Regni; peccato che i vapori della pira le sono andati al cervello e Stannis muore come un deficiente.
E se devo dire la verità, nei libri Jon non è certo dato per morto… per mio sommo dispiacere, anche se mi ricordo che era l’unica storia che mi piaceva leggere nell’ultimo libro.

Vabbè… tanto lo so che succede così!

11217658_972180979499371_5673356754215398237_n

 Comunque (e mi scuso coi personaggi se prima ho dimenticato qualcuno di importantissimo, ma a furia di ricordarmi i nomi mi va in palla il Neurone)… La quinta stagione faceva noia, ma la sesta?
Prendiamo un po’ di storie:

Arya Stark è a Bravos a fare il corso accelerato di assassinio.
Deve diventare “Nessuno” (no, non Ulisse, ti piacerebbe) e mettere da parte la boria tipica di casetta sua per essere degna del Dio Senza Volto. Visto che non lo è e che pensa con la sua testa, viene accecata magicamente e abbandonata in strada, rincorsa da un’orfana ancora più stronza di lei che la riempie di legnate.
Le viene dato un’altra opportunità quando impara ad abbassare la cresta e piglia ancora legnate.
Insomma, praticamente tutte le prime sei puntate, quando la vediamo c’è qualcuno che la mena.
Tranne penso la terzultima, dove con una botta di vita, ammazza l’orfana, tira fuori dalla roccia Excalibur e parte alla conquista del regno.
Ah, no era un’altra, disseppellisce Ago e annuncia di tornare a casa, a Grande Inverno, perché lei è Arya Stark.
E vaffanculo Ja… insomma al monaco nel tempio.

Daenerys era fuggita in groppa a Drogon, che era tornato a difenderla dall’attacco dei Figli dell’Arpia (o forse aveva solo fame o doveva schiarirsi la gola dal fuoco, insomma è arrivato e ha fatto arrosto un esercito di comparse) e che l’aveva mollata, poi, in una pianura e s’era tornato a farsi i cazzi suoi da un’altra parte.
In mezzo alla prateria, che trova la nostra bionda bianca?
L’orda Dothraky naturalmente.
La catturano e quando lei si identifica come la vedova di Drogo, la portano nella città sacra dove dovrà essere giudicata in quanto fuggitiva.
Davanti alla vedove, oramai piegate dei Khal, Daenerys approfitta dell’orgoglio maschile che la sottovaluta e da fuoco al tempio, così da ammazzare in un sol momento tutti i capo tribù e impadronirsi dell’orda.
E mostrare che è fatta d’amianto, ignifuga.
(Con conseguente sollevazione della rete, perché no, lei non era ignifuga ma l’ha fatto solo una volta perché le uova di drago l’avevan protetta o che ne so, insomma, due giorni di pippe da parte dei nerd, che poi sono legittime, eh, ma che palle)
L’orda, naturalmente, si prende una strizza della malora (soprattutto perché il tempio non valeva niente, è bruciato come un fiammifero con due bracieri rovesciati) e tutti in ginocchio davanti a lei.
Anche Jorah e Daario sono nel mucchio adorante, ma il primo nonostante le profferte d’amore viene lanciato indietro nella friend-zone e mandato a cercare la cura per il morbo grigio, mentre il secondo ritorna con l’orda a Mereen.
In fondo è lo scopa-amico, ricordiamocelo.
Cla73cTWMAAHj08Torna e fa una strage. Con tre draghi.
FINALMENTE.

Sansa, dopo esser fuggita da quel brav’uomo di suo marito Ramsey (che morta l’amante la fa mangiare ai cani, così si rende utile) scarpina verso la Barriera, dove Jon sta su un tavolo morto stecchito con da parte Melisandre e tutta la cricca che con facce contrite tentano di capire come resuscitarlo, se resuscitarlo o se seppellirlo o che altro. Spettro è per terra che si gratta le balle, ha capito tutto quel cane meta-lupo.
Naturalmente la ragazza, accompagnata da Brianne dopo che Theon ha alzato le tende (che forse Jon non sarebbe proprio proprio felice di vederlo), arriva che la magia è già stata fatta.
ClYZbvaUoAEFY0SOddio, al Signore della Luce io avrei chiesto di dare a Gionsnò un attimo di verve, un po’ di autoironia, un’altra espressione, ma che si può fare, mica si può essere belli e furbi (cit. la bisnonna). E lui mi dicono sia bello, anche se ora ha una pettinatura di merda.
Il due neuroni di casa Stark, dunque, si mettono a scambiare posta con Bolton che nel frattempo continua con le nefandezze (tipo accoppare papà e la di lui consorte, i cani han mangiato come porci quelle puntate lì), dandosi del bastardo, della puttana, ecc ecc.
Loro vogliono Grande Inverno, porca di quella miseria, quindi iniziano la questua tra i vecchi vassalli del genio del loro padre per raccattare un esercito.
Il problema (non da poco) che prima di loro è passato Robb e visto che la linea temporale è quella che è, mica i bambini sono diventati grandi! Insomma non c’è un cazzo di nessuno che li segue, un po’ perché, diciamocelo, Ramsey non te la manda a dire, un po’ perché sto due non fanno una gran figura.
Diciamocelo, partire per la battaglia campale della tua vita con l’esercito di quattro gatti di lady Mormont (per quanto sia eccezionalmente fantastica), i bruti e un gigante non fa bello.
Ti viene sta espressione, no?
images
Per fortuna che Ditocorto vorrebbe trombarsi Sansa per un qualche transfert psicologico (era innamorato della madre) e arriva a salvarli tutti con i cavalieri della Valle.

Finiamo gli Stark, con Bran che diventa il Corvo a Tre Occhi perché l’altro viene ucciso dal Re d’InvernoBran a farlo entrare nel sottosuolo, l’idiota) e attraverso di lui vediamo finalmente la genesi di Gionsnò: é un Targaryen!
Ma dai!?!?!?! (Pure Teo, dall’alto della sua stupidità lo sa, ormai)
ClbCcwaXIAAeVoZE Rickon, l’ultimo che mancava, finito nelle mani di Ramsey Bolton che lo trascina sul campo di battaglia dopo aver consegnato la testa di Cagnaccio a Sansa e Jon.
Rickon, che fugge in linea retta mente Bolton tira frecce a cazzo di cane senza manco sfiorarlo, viene naturalmente colpito dal nostro cattivo giusto un pelo prima di raggiungere la salvezza, Jon s’incazza e carica modello toro che vede rosso tutto l’esercito del Nord a testa bassa, da solo. Mandando in vacca ogni piano fatto la notte precedente.
E per fortuna che avevano appena detto che era il miglior spadaccino e soldato qua dalla barriera, chissà gli altri…

Nel frattempo ad Approdo del Re, Cersei finalmente si rompe le palle dell’Alto Passero, di suo fratello, dell’umanità tutta e dopo aver giracchiato nuda nel cammino della vergogna, si ricorda del sottosuolo pieno di alto fuoco.
Cl_ABfkWMAAhN_oIl tempio che esplode è una figata, altro che la battaglia dei Bastardi.
Reset anche lì, muoiono tutti e lei si siede sulla scranna di ferro, sotto gli occhi da panda di Jaimie, che diciamocelo è diventato una palla.
Cl_LBp5WAAEGaNn

Citiamo il caro Tomnem, che abdica dopo la precoce dipartita della sua sposa…

Cl_Bk_yXEAAzgaE

 Naturalmente non posso concludere se non in un modo

CleAwZ5WMAALnEM

Annunci
Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Un viaggio e un libro

viaggiare in compagnia... Di un buon libro!

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

Veleni e antidoti

Tutto è veleno, nulla esiste senza veleno. Solo la dose lo fa mortale o salvifico

Tegamini

Meglio dei video coi gatti.

Lorerama

Scritti dal presente e su futuri incerti

La settima arte

Guardare le immagini è fonte di piacere perché coloro che le contemplano imparano e ragionano su ogni punto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: