Questa sera imparo l’inglese aka le serie tv (11) – Riviera

Ok, lo ammetto, questa serie l’ho seguita in italiano, ma tanto fa cag… taaaanto Dinasty e Dallas uguale.

Riviera-serie-tv-231x300.jpgGiorgina è una bella americana, giovane e bionda, che sposa un ricco magnante, banchiere, faccendiere che vive con la ex moglie e la prole in Costa Azzurra.
Giorgina ha il volto dolce di Julia Stiles, che ricordiamo per la partecipazione a non so quanti e quali film della serie con Matt Damon, Bourne.
Insomma pare un pitbull.
Il marito salta per aria sulla barca di un mafioso russo (scusate oligarca) nella prima puntata e l’unica sopravvissuta alla disgrazia pare essere una baldracca che lo stava intrattenendo.
Il funerale ci permette di incontrare il restante cast, la ex moglie anoressica e i figli: uno drogato, uno scemo (Ramsey Bolton pallido) e la matta.

Un cast, uno stereotipo. 

E da qui, con il cadavere ancora da seppellire, si scatena la battaglia intorno all’eredità Clios, a capire se il “vecchio” è morto incidentalmente o se è stato ammazzato, se i soldi ci sono o se è tutto un apparire.

Ah, mancano all’appello il pappone ex dipendente, amante della ex moglie (che la tira sui coppi come non ci fosse un domani), il poliziotto che tenta di capire qualcosa, il migliore amico di Georgina che maneggia opere d’arte, l’amica lesbica della figlia matta e il di lei padre che si tromba l’ex moglie di Clios. E il figlio dell’oligarca russo, nuovo capo clan: premio menzione della critica per la pettina da Jerry Lewis.

Ce l’hanno venduto come un thriller all’ultimo fiato, un indagine nel mondo dorato del jet set e si è rivelato una telenovela anni ’80, il dorato mondo della Riviera lo vedi col binocolo (si vede ch’egli esterni costavano tanto e a me ricordano un casino altri film) e per di più pirla nel manico e succede tutto nelle ultime due puntate.
Tranne nella sei, quella sfioriamo l’assurdo e poteva essere il top, ma si vede che gli autori non hanno avuto il coraggio di mandare tutto in vacca e farla diventare la serie capolavoro del momento.

Peccato, sarà per la prossima volta…

PS, povero l’attore che faceva Ramsey Bolton, non ce la farà mai a liberarsi del ruolo…

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Un viaggio e un libro

viaggiare in compagnia... Di un buon libro!

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

Veleni e antidoti

Tutto è veleno, nulla esiste senza veleno. Solo la dose lo fa mortale o salvifico

Tegamini

Meglio dei video coi gatti.

Lorerama

Scritti dal presente e su futuri incerti

La settima arte

Guardare le immagini è fonte di piacere perché coloro che le contemplano imparano e ragionano su ogni punto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: